post __ No comments

NOTTE DI FERRAGOSTO

simona luppi / 7 maggio 2018 / talanpensiero

Attraverso quel fumo denso, che ondeggiava tra la spiaggia e il mare, spargendo quell’odore acre di polvere bruciata, sentii qualcosa che toccava, dentro.

Ho sempre amato i fuochi d’artificio, specie quelli che ogni Ferragosto vengono lanciati nell’aria buia e salmastra di questo paese.

Gli scoppi si specchiano nel mare e lo colorano, e lo spruzzano di luci imprevedibili.

Qualcosa toccava dentro ma non capii, allora, e ancora non afferro.

Aspetterò, di nuovo, un’altra estate.


Giampaolo Talani, FINISTERRE, 2002.


La galleria dei TALANPENSIERO. Leggili tutti!
SHARE VIA