post __ No comments

LA FINE DEL VIAGGIO

simona luppi / 17 aprile 2018 / talanpensiero

La fine del viaggio lascia sempre le ossa un po’ rotte, la bocca leggermente amara; il vento di mare piano piano può bruciare gli occhi.

Ma il mestiere del marinaio è quello di capire la vita attraverso le vite altrui: senza pietà, senza rimorso, solo con la voracità di chi vuol stupirsi ancora.

A volte persino… senza cuore.

Giampaolo Talani, Storie del Marinaio, 1995.

Ricordando la sua ultima mostra, ROTTE TRAVERSE, Tirana dicembre 2017 –gennaio 2018.

La galleria dei TALANPENSIERO. Leggili tutti!
SHARE VIA